VII Premio OMaR: rimandata la cerimonia di premiazione

La decisione è stata presa in considerazione dello stato di allerta legato ai recenti casi di infezione da Coronavirus CODIV-19

A causa dell’attuale condizione di allerta generale legata alla presenza in Italia del Coronavirus CODIV-19, la cerimonia di assegnazione del VII Premio OMaR per la Comunicazione sulle Malattie e i Tumori Rari, prevista per giovedì 27 Febbraio, è stata annullata in via precauzionale: verrà al più presto resa nota una nuova data, presumibilmente nel mese di maggio.

Ogni anno alla cerimonia del Premio OMaR partecipano oltre 300 persone”, spiega Ilaria Ciancaleoni Bartoli, direttore Osservatorio Malattie Rare (OMaR). “Molte di queste provengono da fuori Roma, e la maggior parte di loro o è affetta da una malattia rara, o vive o lavora a contatto con i pazienti. Non solo temiamo il rischio di contagio, ma soprattutto che per la presenza in sala, nei treni o nei voli, anche di un solo caso sospetto, queste persone possano essere sottoposte a misure di quarantena. Per molti, tutto ciò si tradurrebbe in problemi organizzativi enormi, senza contare il rischio di non potersi spostare per visite e terapie, o per la partecipazione a trial clinici. Non possiamo considerare nemmeno la più remota ipotesi che questo possa avvenire, e pertanto preferiamo rimandare la cerimonia del Premio OMaR a una giornata diversa, anche se non sarà coincidente con la Giornata Mondiale delle Malattie Rare (29 febbraio 2019)”.

2020-02-24T16:02:22+00:0024 Febbraio 2020|News|